1. Come viene accreditata la borsa?
          La borsa di studio verrà erogata mediante voucher, anche in forma virtuale, associati alla carta dello studente.
          Per “Voucher” si intende un “buono” generato dalla piattaforma informatica che gestirà il sistema, le cui informazioni saranno successivamente disponibili dal sito http://iostudio.pubblica.istruzione.it/
        2. Non ho la  carta dello studente, oppure l’ho smarrita: come posso fare?
          Chi non è in possesso della carta può richiederla; le indicazioni sul rilascio e rinnovo della carta dello studente sono indicate al seguente link ​http://iostudio.pubblica.istruzione.it/
          Non avere  fisicamente la carta dello studente, al momento della domanda, non è motivo di esclusione dalla borsa di studio.
          Se lo studente frequenta un anno di scuola successivo al primo e/o non ha ancora ricevuto la Carta IoStudio-Postepay può richiederla in segreteria scolastica, infatti la Carta potrebbe essere ancora lì in giacenza. Eventualmente la Redazione IoStudio può fare una verifica sulla spedizione a scuola delle Carte. E’ sufficiente contattare, indicando i dati anagrafici (nome, cognome, codice fiscale, nome e città della scuola, classe e sezione) all’indirizzo iostudio@istruzione.it
        3. La borsa di studio viene consegnata sulla carta IoStudio; può essere prelevata presso gli uffici postali?
          Non ci sarà nessuna somma da ritirare presso gli uffici postali.
        4. La somma della borsa di studio è vincolata in spese specifiche? È spendibile solo in materiale scolastico o anche non?
          La tipologia di spesa deve rientrare in una delle seguenti categorie:
          – libri di testo
          – mobilità e trasporto
          – accesso ai beni e ai servizi di natura culturale.
          Gli esercizi ed enti convenzionati sono indicati nel sito dedicata alla carta dello studente “Io studio” http://iostudio.pubblica.istruzione.it/
        5. Il reddito ISEE a quale anno deve riferirsi?
          L’attestazione ISEE deve essere datata 2018; chi non è in possesso di un’attestazione aggiornata può richiederla presso una sede Inps o Caf.
          Come noto, infatti, le dichiarazioni presentate ogni anno scadono il 15 gennaio dell’anno successivo e, per accedere a servizi e prestazioni di welfare (iscrizione asilo, tasse universitarie, assegni sociali, bonus libri, social card), occorre presentare una nuova richiesta di indicatore della situazione economica equivalente.
        6. Non ho ancora tutta la documentazione per produrre l’ISEE in tempo per la scadenza, in quanto l’azienda per cui lavoro non mi ha ancora consegnato il CUD.
          Non ha bisogno del nuovo Cud ai fini dell’ottenimento della nuova attestazione ISEE in corso di validità. Quest’ultima ha validità annuale con scadenza il 15 gennaio. La richiesta della nuova attestazione si basa sull’ultima certificazione dei redditi in possesso (praticamente la nuova attestazione si basa sulla dichiarazione di redditi 2017 che fa riferimento ai redditi 2016).
        7. Per la fotocopia del documento d’identità devo fare una foto?

          Una scansione da pc o una foto col telefono vanno bene (dimensione massima 2MB, formati ammessi: pdf, jpg, jpeg, png, gif, bmp).

        8. La dimensione del documento supera i 2MB; come posso risolvere?
          Se utilizza il telefono per fotografare il documento, prima di scattare la foto, deve ridurre la dimensione/risoluzione delle foto tramite le impostazioni della fotocamera.
          Se utilizza uno scanner collegato al pc, deve ridurre la risoluzione della scansione tramite le opzioni di scansione, eventualmente passando a modalità bianco/nero.
        9. La borsa di studio è concessa anche per i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado?
          No, solo secondarie di secondo grado (no scuola media)
        10. Cosa devo inserire nel campo “Denominazione Caf / Sede agenzia Inps”?
          Se l’attestazione è stata rilasciata da Inps, specificare la località della sede Inps (esempio: Bari); se l’attestazione è stata rilasciata da un Caf, specficare la denominazione del Caf (esempio: Caf Cisl Bari)
        11. Come si distingue se l’attestazione ISEE è stato rilasciato da Inps o Caf?
          Solitamente, il tipo ente e la denominazione sono indicati sul modello ISEE nella sezione della firma
        12. Dove trovo il numero protocollo ISEE?
          Se rilasciato da Inps, dovrebbe essere in testa al documento; se rilasciato da Caf dovrebbe trovarsi nella sezione della firma.
        13. In fase di compilazione della domanda viene richiesto anche il numero di carta io studio?
          No.
        14. Sono uno studente maggiorenne, cosa devo indicare come richiedente?
          Inserire i propri dati sia come richiedente sia come studente
        15. Ho 2 figli che frequentano le scuole superiori; posso fare la richiesta della borsa di studio per entrambi?
          Si, può inoltrare più domande, una per ogni figlio; per ogni studente può essere inoltrata una sola richiesta.
        16. La domanda deve essere compilata dal genitore di cui lo studente risulta nel nucleo familiare , o può compilarla anche l’altro genitore legalmente separato?
          Si. L’istanza può essere compilata da uno dei due genitori, l’importante è avere la potestà genitoriale.
        17. Sono Rumena residente in Italia da 12 anni, mia figlia frequenta la scuola secondaria di secondo grado; abbiamo diritto al beneficio della borsa di studio?
          Se residenti in Puglia si. Le condizioni per aver diritto alla borsa di studio sono:
          – il livello ISEE (che si attesta con gli estremi della relativa certificazione)
          – studente iscritto all’anagrafe studenti (condizione che sarà sottoposta a verifica dal Ministero attraverso il codice fiscale)
        18. Dopo aver inoltrato la domanda, mi sono accorto/a di aver immesso alcuni dati errati; come posso correggere?
          Nel caso ci si accorga di aver inoltrato una domanda con dati errati, è possibile inoltrare nuovamente l’istanza con i dati esatti; per ogni studente sarà ritenuta valida l’ultima richiesta pervenuta (identificata dal codice fiscale dello studente).
        19. Come posso sapere quando la mia domanda è stata accettata?
          Nella mail “CONVALIDA EFFETTUATA” che il sistema invia a conferma dell’acquisizione della domanda, sono riportati il codice pratica e le istruzioni per consultare la graduatoria e verificare l’esito della candidatura.
          La graduatoria sarà pubblicata anche sul sito https://www.dirittoallostudiopuglia.it , successivamente al 17/03/2018
        20. Ho compilato ed inoltrato la domanda ma non ho ricevuto ancora nessuna email
          Se non riceve l’email, verifichi il corretto funzionamento della sua casella di posta elettronica; controlli anche se il messaggio è stato ricevuto nella cartella “spam”.
          Se ancora non riceve l’email, probabilmente l’indirizzo inserito nella domanda è errato; inserisca nuovamente la domanda controllando bene l’indirizzo email.

          Se entro qualche ora, ancora non riceve l’email, scriva a: assistenza@dirittoallostudiopuglia.it
        21. Le banche e/o gli uffici postali hanno rilasciato la dichiarazione di saldo 2017 e di giacenza media anno 2017 alla fine di gennaio 2018. Poichè la domanda della borsa di studio 2017/2018 scade il 13/03/2018, le famiglie che hanno presentato la dsu e che non hanno ancora ricevuto l’attestazione isee, cosa devono indicare?
          La procedura di presentazione delle domande scade il 13 Marzo, pertanto c’è tempo per il rilascio delle nuove attestazioni. Non è prevista una proroga perchè la graduatoria deve essere trasmessa al Ministero il 16 Marzo.
        22. Le famiglie che non sono in possesso dell’indirizzo di posta elettronica possono indicare la mail del patronato ?
          Si.
        23. Come indirizzo email può essere inserito un indirizzo di posta certificata (pec)?
          No.
        24. Non riesco a collegarmi al sito; come posso fare?
          Nel caso il sito www.dirittoallostudiopuglia.it risulti non raggiungibile, potrebbe trattarsi di un problema transitorio causato da temporanea indisponibilità del collegamento internet nella zona dell’utente: attendere qualche minuto e riprovare.  Se il problema persiste, verificare se la propria connessione Internet funziona regolarmente, provando ad accedere ad altri siti.

          Provare anche a riavviare il modem, spegnendolo e riaccendendolo dopo 1 minuto. In ogni caso, andrebbe verificato l’indirizzo DNS sul proprio pc; provare ad utilizzare quello di google:  8.8.8.8

          In alternativa è possibile utilizzare il telefono per tutte le funzioni disponibili sul sito.Per assistenza tecnica, contattare:

          • Email:  assistenza@dirittoallostudiopuglia.it
          • Chat on-line:  (lunedì-venerdì ore 09:00-18:00 – cliccare sul riquadro in basso a destra)
          • Telefono:  080.8807404  (lunedì-venerdì ore 09:00-18:00)
        25. Non riesco a collegarmi al sito; come posso cambiare l’indirizzo DNS?
          Seguire le istruzioni su questo documento: Cambio_indirizzo_DNS